La Brinca nasce il 20 dicembre 1987 a Ne, nell’entroterra di Chiavari e Lavagna, nella Riviera Ligure di Levante. Già negli anni ’30 la famiglia Circella in questo piccolo paese della Valgraveglia gestiva un’osteria-bottega-mulino-frantoio che era un po’ il luogo di ritrovo dei contadini locali fino agli anni ’70, momento in cui, con lo spopolamento del paese, l’attività chiuse.
I nipoti, memori della tradizione familiare, restaurano l’antico cascinale della Brinca e lì nasce la trattoria, caneva con fùndego da vin, cioè osteria con bottega e cantina. La Brinca è il soprannome al femminile di Texinin (Teresina) dei Brinche, che visse e lasciò il nome a questa casa colonica a metà dell’800.


Oggi La Brinca è rappresentata dai fratelli Roberto e Sergio Circella, la mamma Franca, Pierangela moglie di Sergio e i due figli gemelli Matteo e Simone, con tutte le ragazze collaboratrici di cucina e di sala.
La cucina della Brinca propone i piatti tradizionali dell’entroterra della Liguria di Levante legati alla terra e alle stagioni, con un continuo utilizzo di erbe, verdure, frutti locali e profumatissime erbe aromatiche.
Il prebugiun di Ne, i testaieu, la baciocca e la panella sono solo alcuni degli antipasti di origine contadina. La pasta è fatta rigorosamente a mano da Roberto e tra le tante citiamo i ravioli di erbette conditi con il tradizionale tuccu o con filio d’olio locale, i gnocchetti di patate Quarantina bianca Genovese o fatti con la farina di castagna, conditi con il pesto fatto al mortaio, le picagge di castagna, il minestrone alla Genovese con i taglierini. Poi le piccole lattughe ripiene in brodo ricordano che la cucina Ligure è famosa per riempire qualsiasi cosa, infatti le carni più tradizionali sono la cima di vitello, il coniglio ripieno alle erbe, le tomaxelle, la cima di faraona. E poi ancora il fritto misto alla Genovese, il cinghiale, la punta di vitello al forno a legna e il maialetto all’alloro con le castagne.
I formaggi provengono dai migliori produttori locali: sono piccolissime produzioni di vaccini e caprini molto saporiti e profumati, come il raro caprino stagionato di Sopralacroce, il SanStè, il Cabanin, la Cicherina.
I dolci sono il regno di Pierangela: biancomangiare, la panera, le torta di castagne col suo gelato, le crostate e i sorbetti fatti con la frutta locale, il semifreddo fatto con lo sciroppo di rose e tanti altri che variano a seconda della stagione.
La cantina di Sergio conta più di mille etichette di vini: grande spazio ai migliori emergenti Liguri, alle piccole produzioni di tutta Italia e del Mondo con assaggi e selezioni continue. Grande scelta di distillati e liquori di ogni provenienza.

Trattoria La Brinca

Via Campo di Ne 58

16040 Ne in Valgraveglia (Ge)

Tel +39 0185 337480

Nel centro del paese, una piccola locanda offre alloggio ai viaggiatori.

Annunci