Fame di storia… l’autunno sul Carso

Standard

Cari amici,
Vi ricordiamo il terzo ed ultimo appunamento delle nostre

ESCURSIONI GUIDATE sul Carso alla vigilia del centenario della Grande Guerra

I colori del Carso, vista autunnale del Collio

(IL PERCORSO E’ ADATTO A TUTTI)

Brestovec: la sentinella del Vallone.

Sabato 19 ottobrealle 8.45 ritrovo presso la Lokanda Devetak

L’ultimo itinerario proposto dalla Lokanda Devetak prevede la visita della q.208 del Brestovec.La partenza è prevista davanti alla Lokanda. Dopo aver percorso un centinaio di metri di strada asfaltata, si prosegue per il circuito ideato dal comune di Savogna d’Isonzo, che prevede la visita dell’interessante sito. Durante l’avvicinamento della quota saranno visibili gli scavi delle trincee austro-ungariche e di quelle italiane. Raggiunta l’entrata sud della galleria (tutto il complesso è stato oggetto di un restauro e allestimento terminato nel 2012 ed eseguito dal comune di Savogna d’Isonzo con il contributo finanziario della Regione F.V.G., il lavoro svolto ci permette di visitare in sicurezza il sito) ci addentriamo al suo interno e anche senza l’ausilio di torce possiamo visitare il grande scavo con le sue otto grandi feritoie che erano destinate ad alloggiare i cannoni da 149 A. All’uscita di una di esse si può vedere una delle tre scritte inneggianti alla pace trovate sul Brestovec. Seguirà breve ristoro con i vini dell’azienda agricola Gradis’ciutta di Giasbana e i prodotti della Lokanda Devetak.
Sul declivio che digrada verso la q.87 del Vallone è visitabile anche il sito di quello che resta della cappella “all’aperto” dedicata a S. Barbara.
Usciti dalla galleria, si raggiunge un tratto di trincea italiana di seconda linea chiamata “Linea di Doberdò” che si estende dal paesino di Rubbia, sulle sponde del Vipacco, e dopo 9700 metri finisce presso l’altipiano di Doberdò. Lungo i trecento metri resi fruibili dal recente restauro, si potrà capire come era strutturata una linea trincerata e con un po’ d’immaginazione ci si potrà immergere nelle sensazioni vissute in trincea dai fanti italiani. Usciti dallo scavo si proseguirà per un comodo sentiero verso la Lokanda Devetak.

Seguirà il pranzo con vini abbinati dell’azienda agricola Gradis’ciutta. Sarà presente anche il produttore Robert Princic. Ecco il menu:
Piccolo benvenuto
Vasetto d’autunno: polentina con fonduta di tabor, cubetti di porcini e spuma di prezzemolo
Bratinis (ribolla gialla, chardonnay, sauvignon) 2010
“Snidjeno testo” – gnocchetti di pasta lievitata con ragù di coniglio e semi di finocchio selvatico essiccati
Cabenet Franc 2011
Scaloppe di petto d’anatra femmina cotto a 68° per 3 ore marinato alla cannella, con prugne e ristretto di Porto
Collio Rosso dei Princic 2006
Biscotto Charlotte, crema di “Sinefinis” (Ribolla Gialla Spumante) e gelato al frutto della passione in guazzetto all’anice stellato
Caffè e digestivo
Inoltre come ricordo della giornata ad ogni ospite verrà regalata una confettura dell’ azienda agricola “Devetak Sara” con etichetta dedicata dell’ itinerario della giornata.

Tutto compreso € 73 a persona.
– Si richiede abbigliamento sportivo e scarpe da trekking.
– Ancora posti disponibili.
– Solo su prenotazione.

INFO E PRENOTAZIONI
0481 882488 – 0481 882005 – 0481 882756
INFO@DEVETAK.COM

Vi aspettiamo,
famiglia Devetak

Annunci

I commenti sono chiusi.